Il Nursing Up divide, noi vogliamo collaborazione

Il Nursing Up divide, noi vogliamo collaborazione

In questi giorni ho letto un comunicato del Nursing up sulla questione demansionamento degli infermieri durante i turni notturni all' azienda Ospedaliera Universitaria di Siena - Le scotte.

Sono perplesso, basito, in quanto questo sindacato di categoria anziché di capire dove deriva l'origine del problema, ha varato un comunicato denigrando le attività che svolgono gli operatori socio sanitario e denigrando gli stessi infermieri che svolgono questo lavoro con passione per soddifare i bisogni e il benessere dei pazienti.


La problematica del demansionamento non consiste solo nel rifacimento letto o di svuotare un pappagallo etc da parte degli infermieri, le problematiche sono altre che purtroppo non ho letto in quel comunicato.

Il problema non è quella di dividere le due categorie ma è quella di lottare per le assunzioni sia degli infermieri e sia degli oss e si stima che nel sistema sanitario italiano ne mancano tra i 60.00/70.000 operatori sanitari.

Non puntano il dito contro lo sfruttamento del precariato, partite ive e lavoratori delle cooperative.

Non puntano il dito contro i turni massacranti, contro una sanità sempre più privatizzata, contro la riforma Fornero.

In questo lavoro per il benessere dei pazienti, per il benessere lavorativo tra le figure tecnico-sanitario l'arma Vincente non è la divisione ma l'unità.


Segretario provinciale
Usi Sanità Siena
Costantino Borgogni

Top